Alert recessione: si inverte curva rendimenti come non succedeva dal 2005

Alert recessione: si inverte curva rendimenti come non succedeva dal 2005


14 Agosto 2019, di Mariangela Tessa

I titoli di Stato americani e inglesi lanciano il segnale d’allarme su una potenziale recessione: per la prima volta dal 2005, il tasso dei Treasuries statunitensi a dieci anni scende sotto quello dei titoli a due anni. Con curva dei rendimenti invertita s’intende una situazione di mercato in cui i rendimenti offerti, per scadenze più lunghe, sono minori rispetto ai rendimenti della parte a breve della curva (in questo caso solitamente si considera il “breve” come i tassi fino a 2 anni). Un segnale preoccupante perché negli ultimi 50 anni un fenomeno simile ha sempre preceduto una recessione.

Prima dell’apertura della Borsa Usa i rendimento del Treasury a 10 anni (1,591%) sono scesi sotto quello del titolo a due anni (1,606%). Un’altra parte della curva era già invertita, quella tra il rendimento decennale e quello del titolo a tre mesi (1,985%), segnalando un 40% di chance di recessione nei prossimi 12 mesi, almeno secondo BlueBay Asset Management.

Nel frattempo, il rendimento del Treasury a 30 anni ha raggiunto minimi record e si avvicina pericolosamente alla soglia del 2%, che potrebbe rompere al ribasso. In questo momento il rendimento del trentennale si trova al 2,045%, sotto il minimo storico pari al 2,0882% raggiunto nel luglio del 2016.

Inversione della curva dei rendimenti anche per i titoli inglesi, per la prima volta dal 2008. Gli investitori anticipano misure decise delle banche centrali. E nell’incertezza, l’oro è a breve distanza dal record segnato ieri (a 1535 dollari), scambiando a 1.508 dollari.

Source link

Lascia un commento

Close Menu